Abbigliamento

Abbigliamento consigliato


Vestirsi a “cipolla” è sempre la soluzione migliore, cioè abiti mai troppo pesanti e mai troppo ingombranti che quando non servono più possono essere riposti nello zaino.

Lo zaino migliore è quello da 30 litri con lo schienale ad arco che non tocca la schiena, con bretelle larghe e agganci anteriori all’altezza della vita e sul petto. Sul fondo dello zaino è sempre utile avere una mantella (o cerata, o poncio) abbastanza grande da coprire tutto il corpo, zaino compreso. Uno spazio nello zaino ci deve essere sempre per la borraccia da un litro o, ancora meglio, da un litro e mezzo. Sopra i 25 gradi di temperatura esagerate pure e portatevi due litri d’acqua. (quasi) Mai fidarsi delle fonti, dalla metà di giugno in avanti.

Un ricambio, qualsiasi sia il clima, può tornare molto utile se si suda, se ci si sporca o se ci si bagna: del resto un paio di calzetti e una maglietta di cotone occupano poco posto.

Gli scarponi da trekking non si sostiuiscono con altro. Se volete camminare nei boschi, sulle rocce e sui prati dovete averli! E non prendeteli bassi! E’ vero che un buon carrarmato aiuta a non scivolare ma lo scarpone è indispensabile per protegge le caviglie e quindi le deve coprire ed evitare storte o distorsioni (tan’è che in discesa è buona norma stringere gli scarponi…).

Un cappellino di lana ed uno estivo con la visiera sono piccoli e se non servono si possono tenere nello zaino. Come una torcia, un coltellino, una carta dei sentieri, una crema solare. E poi ci sono le attrezzature, tra cui il binocolo e la macchina fotografica, che se avete la passione non solo di guardare, ma di osservare, con le guide di Camminando monti e valli potrete farlo.

Sembra superfluo…ma nelle escursioni che iniziano il mattino non dimenticate il pranzo al sacco!!
Qual’è il cibo migliore in montagna?
Frutta polposa e soprattutto frutta secca sono facilmente assimilabili, e poi degli zuccheri e, perchè no, un bel panino purché non troppo pesante.

Se amate camminare con il vostro cane potete portarlo ma dovrete obbligatoriamente ascoltare le indicazioni della guida che vi dirà dove stare nel gruppo e quando tenerlo al guinzaglio e quando libero.

NO zaino a tracolla!
NO bottiglie di vetro!
NO cellulare acceso!
NO scarpe diverse dagli scarponi da trekking (tranne rare eccezioni)!

Ricordatevi che le guide hanno il diritto/dovere di non accettare l’iscrizione (o di escludere dal gruppo, previo rimborso) chi non ha abbigliamento idoneo e/o chi non rispetta le piccole regole del camminare tutti assieme, tranquillamente, senza schiamazzi, fermandosi di tanto in tanto a osservare e parlare, rispettando il ruolo (di responsabilità, anche legale) della guida.

Escursionismo e trekking